La Maison

“Roma è la cornice di una storia che, da più di cinquanta anni, viene raccontata da tre donne diverse unite dalla stessa passione, l’alta gioielleria”

Storia
La storia di Hedy Martinelli inizia più di cinquanta anni fa tra Belgrado, Zagabria e Budapest. Una storia d’amore e fantasia che trova la sua realizzazione in Italia. Una boutique di gioielli Art Déco a Roma, dove Hedy, in accordo con le tendenze internazionali, realizza i desideri della “nuova” donna italiana, una donna con abitudini diverse, forte e indipendente, che mostra la sua personalità anche attraverso i gioielli che indossa e che sceglie per sé.

Savoir faire
Hedy viaggia, gira il mondo, e durante i suoi viaggi colleziona tutto ciò che la può ispirare, fibbie, scarpe e scatole caratterizzate dai particolari più preziosi. Il suo amore sono i colori e il lusso, assembla i gioielli a mano, rendendoli così sempre unici. Negli anni ’70 e ’80, quando Roma gode di un periodo di grande cultura e ricchezza, la sua boutique si trasforma in un salotto frequentato da una clientela internazionale a cui piace sorseggiare champagne in compagnia di Hedy, delle sue figlie e delle loro sempre più amate creazioni. Un salotto che ha visto accomodare alcuni fra i personaggi più iconici di quegli anni, Marcello Mastroianni, Sergio Leone, Catherine Deneuve, Robert De Niro e la direttrice del Metropolitan Diana Vreeland. Una capacità, quella di Hedy, di interpretare le tendenze e i desideri delle donne, che è riuscita a trasmettere anche alla figlia Francesca e alla nipote Livia. Il terzo capitolo di una storia di alta gioielleria tutta al femminile.

Seliti by Hedy Martinelli
la linea prêt-à-porter di cui Livia Mimosa Fazioli, nipote di Hedy, è fondatrice e designer. Una linea nata dalla passione trasmessa dalle due donne che l’hanno preceduta, ma che rappresenta un momento di crescita e di ricerca personale che l’ha portata a individuare nel suo background simboli, dettagli e elementi che le hanno permesso di costruire una solida e unica identità artistica. Le sue creazioni nascono da ciò che Roma, la città dov’è nata e cresciuta, le ha insegnato: la bellezza è ovunque basta solo saperla cercare e vedere. I suoi gioielli-scultura sono la traduzione di tutte le immagini e sensazioni che ha impresso nella sua mente durante i viaggi lontani, ma anche durante le passeggiate nelle vie delle città che ben conosce. Ecco spiegate le dimensioni oversize dei suoi gioielli, che contrapposte alla particolare lavorazione leggera dell’argento, li rendono accessori perfettamente in linea con la donna forte, elegante e di grande personalità per cui sono pensati. Seliti by Hedy Martinelli è il terzo capitolo di una storia al femminile che pone sempre uno sguardo rivolto all’eredità che possiede e uno dedicato alla sua capacità di saperla riscrivere.

La Maison

“Roma è la cornice di una storia che, da più di cinquanta anni, viene raccontata da tre donne diverse unite dalla stessa passione, l’alta gioielleria”

Storia
La storia di Hedy Martinelli inizia più di cinquanta anni fa tra Belgrado, Zagabria e Budapest. Una storia d’amore e fantasia che trova la sua realizzazione in Italia. Una boutique di gioielli Art Déco a Roma, dove Hedy, in accordo con le tendenze internazionali, realizza i desideri della “nuova” donna italiana, una donna con abitudini diverse, forte e indipendente, che mostra la sua personalità anche attraverso i gioielli che indossa e che sceglie per sé.

Savoir faire
Hedy viaggia, gira il mondo, e durante i suoi viaggi colleziona tutto ciò che la può ispirare, fibbie, scarpe e scatole caratterizzate dai particolari più preziosi. Il suo amore sono i colori e il lusso, assembla i gioielli a mano, rendendoli così sempre unici. Negli anni ’70 e ’80, quando Roma gode di un periodo di grande cultura e ricchezza, la sua boutique si trasforma in un salotto frequentato da una clientela internazionale a cui piace sorseggiare champagne in compagnia di Hedy, delle sue figlie e delle loro sempre più amate creazioni. Un salotto che ha visto accomodare alcuni fra i personaggi più iconici di quegli anni, Marcello Mastroianni, Sergio Leone, Catherine Deneuve, Robert De Niro e la direttrice del Metropolitan Diana Vreeland. Una capacità, quella di Hedy, di interpretare le tendenze e i desideri delle donne, che è riuscita a trasmettere anche alla figlia Francesca e alla nipote Livia. Il terzo capitolo di una storia di alta gioielleria tutta al femminile.

Seliti by Hedy Martinelli
la linea prêt-à-porter di cui Livia Mimosa Fazioli, nipote di Hedy, è fondatrice e designer. Una linea nata dalla passione trasmessa dalle due donne che l’hanno preceduta, ma che rappresenta un momento di crescita e di ricerca personale che l’ha portata a individuare nel suo background simboli, dettagli e elementi che le hanno permesso di costruire una solida e unica identità artistica. Le sue creazioni nascono da ciò che Roma, la città dov’è nata e cresciuta, le ha insegnato: la bellezza è ovunque basta solo saperla cercare e vedere. I suoi gioielli-scultura sono la traduzione di tutte le immagini e sensazioni che ha impresso nella sua mente durante i viaggi lontani, ma anche durante le passeggiate nelle vie delle città che ben conosce. Ecco spiegate le dimensioni oversize dei suoi gioielli, che contrapposte alla particolare lavorazione leggera dell’argento, li rendono accessori perfettamente in linea con la donna forte, elegante e di grande personalità per cui sono pensati. Seliti by Hedy Martinelli è il terzo capitolo di una storia al femminile che pone sempre uno sguardo rivolto all’eredità che possiede e uno dedicato alla sua capacità di saperla riscrivere.